Tempus fugit, come dicevano i nostri amici romani!

E lo dicevamo anche noi qui, rispetto alla necessità di un’assicurazione sanitaria che risponda rapidamente ai nostri bisogni.

Ma andiamo al sodo: cosa mai coprirà questa fantomatica assicurazione?

Una risposta che non vi aspettate: “dipende”.

Ci sono infatti diverse tipologie di copertura, ovviamente in base a quelle che pensate siano le vostre priorità. Quando proprio non volete/potete temporeggiare? In quale situazione vorreste essere sicuri di avere un’assistenza veloce ed efficace?

Fate una lista e venite da me, la soluzione la troviamo sempre!

Intanto vi faccio un piccolo riassuntino qui sotto, perché ho un gran cuore, ma questo ormai lo sapete già.

Orbene, veniamo a noi:

  • Assicurazione tradizionale, che copre check-up per sospette malattie, esami e cure per una malattia specifica, esami e cure a seguito di un incidente, ricoveri ospedalieri per malattia o incidente e acquisto di medicinali, sempre in caso di malattie o incidenti.
  • Assicurazione per l’assistenza domiciliare, in caso di infortunio o malattia. In questo caso sono incluse, oltre alle visite e all’assistenza a casa, anche la consegna di medicinali.
  • Assicurazione infortunio, pensata per casi specifici, ad esempio per infortuni che avvengono alla guida.
  • Assicurazione per invalidità permanente, che prevede un indennizzo in denaro nel caso, appunto di una situazione che sia perenne.
  • Assicurazione per cure dentistiche, che in genere non sono previste all’interno dell’assicurazione medica, per questo motivo è possibile stipularne una ad hoc che ovvi a questa necessità.

Ovviamente vi ho fatto uno schemino veloce così da darvi un’idea delle possibilità. Per tenere nel palmo della vostra mano tutto lo scibile in materia potete senz’altro farvi vivi, io sarò pronto per fugare ogni vostro dubbio.

Ancora una cosa però.

Se – e dico se solo per buona educazione, perché sappiamo tutti non deve essere un’ipotesi – decidete di stipulare un’assicurazione di questo tipo vi consiglio di farlo il prima possibile.

Perchè? Beh, l’età è una delle discriminanti per questa tipologia di accordo, insieme alla vostra condizione fisica nel momento in cui formalizzate il contratto.

Ovviamente con il variare della copertura, che come abbiamo detto può cambiare in base alle vostre necessità, varierà anche la quota da versare, ma di questo possiamo senz’altro parlare vis à vis.

Che ne dite? Una chiamatina me la fate?

Io vi aspetto, come sempre.